Floriterapia per Animali – I Rimedi di Bach – Bach Flowers’ Remedies
Adotta un gatto!!!

Fin da tempi antichi ed in ogni parte del mondo è noto l'uso di piante, fiori, arbusti ed erbe per scopi medicinali.
Il Dr Edward Bach (1886-1936) seguendo l'esempio del Dr Hahnemann, padre dell'omeopatia, sosteneva che la vera causa della patologia è provocata dalla distorsione della lunghezza d'onda del campo energetico del corpo.

L'effetto che ne consegue è un rallentamento che a lungo andare provoca una serie di stati mentali negativi quali l'ansia, la preoccupazione, l'impazienza che a loro volta riducono la vitalità dell'individuo fino a fargli perdere le proprie difese naturali, rendendolo quindi vulnerabile a infezioni e malattie.
Sia Hahnemann che Bach erano concordi sul fatto che si dovesse curare il paziente e non la malattia, le cause piuttosto che gli effetti.

 

In base alle ricerche del Dr Bach le energie presenti nelle infiorescenze delle piante, negli arbusti e nelle acque speciali sono in grado di ripristinare le condizioni mentali positive portatrici di salute.
Egli elabora allora un sistema di cure basato sulle essenze: il carattere vibrazionale non distorto di un fiore è in grado di ristabilire la vibrazione armonica in base al principio di risonanza.

Ovviamente questi principi valgono anche per gli animali. Nora Weeks, la prima a sperimentarli su di essi, sosteneva infatti :" gli animali soffrono di stati d'animo al pari degli esseri umani e quindi indicano chiaramente quale sia il loro stato di salute…i fiori risolvono allo stesso modo i problemi di uomini e di animali…"

Le essenze sono reperibili in erboristeria dove chiederete che vi preparino la miscela idonea caso per caso. Gli effetti si possono avere già dopo 24 ore dalla somministrazione, talvolta ci vuole più tempo, se ne consiglia l'uso comunque per almeno un mese per potere ottenere risultati seri.

   

Dosi per gatto : 4 gocce x 4 volte al giorno direttamente in bocca oppure
6 gocce in poco cibo umido al mattino + 6 gocce nel cibo la
sera.

     
Le essenze floreali si possono assumere sia da sole che in abbinamento ad altre forme di cura e farmaci allopatici ed omeopatici. Sono un prodotto assolutamente naturale, non tossico e il loro uso non comporta complicazioni o effetti collaterali.

Eccovi un breve elenco delle applicazioni piu’ comuni e delle relative miscele idonee a risolvere il problema dei nostri amici gatti:


Per combattere il DOLORE:
agrimonia (agrimonia eupatoria) + quercia (quercus robur)

Per allontanare la PAURA:
pioppo tremulo (populus tremula) + mimolo giallo (mimulus guttatus) +
eliantemo ( helianthemum numularium)

Per eliminare l’INTOLLERANZA VERSO ALTRI ANIMALI e per aiutarli durante questo tipo di CAMBIAMENTO:
faggio fagus sylvatica) + agrifoglio (ilex aquifolium) + vite (vitis vinifera)
+ violetta d'acqua (hottonia palustris)

In caso di MICOSI:
boccioli di ippocastano (aesculus hippocastanum) + crab apple (malus pumila)
+ verbena ( verbena officinalis)

Se URINA IN GIRO e GRAFFIA i mobili
boccioli di ippocastano + larice (larix decidua) + salice giallo (salix vitellina) + faggio + noce (juglans regia)

Quando ci fa i DISPETTI = cicoria selvatica (chicorium intybus) + brugo ( calluna vulgaris) + acqua di roccia + salice giallo

Per aiutarli a RECUPERARE l’APPETITO = genzianella autunnale (gentianella amarella)

Nei casi di NOSTALGIA dovuta a CAMBIO ABITUDINI = caprifoglio (lonicera caprifolium) + acqua di roccia + noce


Per una piu’ approfondita analisi del vostro caso personale potete scriverci via email, dando una breve descrizione del problema ed un vostro recapito telefonico: una nostra volontaria – esperta in floriterapia – vi dara’ i suoi suggerimenti.